Affresco del XVI secolo di scuola umbro-toscana nella hall.

Nella hall: Affresco del XVI secolo di scuola umbro-toscana

Nel 1957 nacque la Pensione Aurora contestualmente al famosissimo Festival dei Due Mondi creato dal Maestro Menotti che portò a Spoleto celebri artisti, musicisti, scrittori, pittori, scultori, scienziati, aristocratici, politici.

Molti di questi furono ospiti dell’albergo Aurora anche per la sua posizione privilegiata nel centro storico e vicino ai teatri.

L’edificio dove è situato Hotel Aurora è stato ricavato dalle mura romane dell’ex convento francescano del XII secolo, presso il quale soggiornò il Beato Egidio amico di San Francesco; anche quest’ultimo probabilmente vi soggiornò più volte durante i suoi spostamenti a Spoleto; peraltro, sembra che egli, all’interno del convento, operò il miracolo della conversione del ricco avaro. Nel medesimo edificio vi era anche la Chiesa di Sant’Apollinare, oggi distrutta. Difatti nella hall dell’hotel si può ammirare un’affresco del XVI secolo nonché alcuni dei resti delle mura del convento.

La gestione dell’Hotel Aurora, dopo varie ristrutturazioni al passo con i tempi, ha saputo trasformare l’allora Pensione Aurora in Hotel Aurora.

L’Hotel è dotato di tutti i più moderni confort e di un ampio parcheggio convenzionato. L’Hotel dispone anche di convenzioni presso i ristoranti più quotati della città.

La professionalità, la calda accoglienza e l’ottimo rapporto qualità-prezzo, rendono l’Hotel Aurora il posto ideale per soggiorni di lavoro e per una lieta vacanza.